sabato 22 novembre 2014

Lungo di corsa

La mia preparazione invernale procede ed oggi ho fatto il mio primo lungo di corsa, era passato taaantoo tempo dal mio ultimo lungo. 98 minuti, che per alcuni proprio un lungo non è ma lo è per me! In realtà mentre correvo pensavo che 100 minuti sono perfetti, di più non devo fare neanche in futuro non per le distanze che voglio preparare, certo con il passare delle settimane dovrebbero diventare 90-100 minuti sempre più veloci, ma non più di quello. Dovrò invece lavorare sulla velocità.

Sono andata in bosco, i lunghi mi piace farli lì, per sentieri, tra faggi, betulle e abeti, su suolo morbido coperto da foglie, alcune volte faccio avvistamenti interessanti, rapaci e selvaggina, che scompare più veloce di me. E poi una volta a casa sei una persona nuova...il bosco ha un grande potere terapeutico e soprattutto quando non riesco ad andarci durante la settimana cerco di farci un salto alla fine di essa.

E presto sarò di nuovo a questo livello, pimpante e felice dopo appena 9 ore e mezza di gara :-)


sabato 27 settembre 2014

Si ricomincia

La stagione delle gare è passata e io non ho gareggiato.

L'inverno passato non mi sono allenata come dovuto e poi la primavera non mi andava così tanto e così questo anno, dopo molti, è stato di riposo.
Ho dato la colpa al lavoro e un po' è vero. Non si tratta solo di quante ore lavori ma anche di quante "inc....ture" ti prendi. Perché se esci dal lavoro e stai bene allora puoi anche allenarti ma se esci stanca morta soprattutto con la testa allora è inutile...meglio riposarsi.

Così la stagione è andata e ora ci riprovo. Dal 1 ottobre la situazione al lavoro dovrebbe migliorare, torna una delle mie colleghe che stava in maternità (non è questa la sede giusta per parlarvi dell'assurdità, in alcuni casi, della maternita/paternità qui in Svezia, vabbè) per cui il carico di lavoro dovrebbe diminuire e io ci riprovo! Si ricomincia! Nuoto, bici, corsa, potenziamento/ginnastica e stretching. Questo è quello che farò, l'inverno è lungo :-). In realtà ho già ricomnciato, un pochino, solo per sentire come stavo e funziona.

E allora ragazzi, si ricomincia!

domenica 1 giugno 2014

In bici e con la muta :)

Un'altra bella giornata qui nel sud del nord che però non ho passato in giardino :(.
Sveglia alle 6:00 e poi partenza alla volta di Älmhult, la città dell'IKEA!! Ok, il motivo per cui sono andata lì non aveva niente a che fare con l'IKEA ma vi volevo solo far sapere che, se non lo sapete, il fondatore dell'IKEA viene da Älmhult e che in questa città c'è un'IKEA enorme.
Comunque torniamo a quello che dovevo fare...la prima gara di bicicletta della stagione! 100 km tra i boschi della contea di Småland e intorno al lago Möckeln chiamata appunto Möckeln Runt (il giro di Möckeln oppure intorno Möckeln). Dovete sapere che qui in Svezia si organizzano molte gare amatoriali di bici dove non si stila una classifica e l'importante è arrivare...però sono molti quelli che vogliono arrivare primi ed io, oggi, per il secondo anno di fila, sono arrivata prima tra le donne!! No, nessun premio, solo un ristoro dopo l'arrivo e poi via verso il secondo allenamento della giornata. 45 minuti di nuoto, questa volta nel lago Tydingensjön appena fuori Broby.
È un lago poco profondo per cui si riscalda prima rispetto ad altri laghi qui intorno ed oggi, 1 giugno, la temperatura vicino il pontone era di ben 21 gradi!
Tydingensjön
Ed ecco il lago Tydingen con i suoi boschi, perfetto per una nuotata!

giovedì 8 maggio 2014

Mallorca: giorno 6-10

Il decimo giorno è stato di riposo, solo 40 minuti di nuoto...liberatorio! Ma gli altri quattro sono stata in sella, altri 370 km circa con 2000 metri di dislivello. Bel tempo, sole e caldo. Solo una mezza giornata nuvolosa, che devo dirvi la verità è stata la benvenuta così tanto quanto il sole qui in Svezia! :)

Montagne e pianure, e poi il mare, tutto il bello di Mallora. Tutto così vicino, ad una pedalata di distanza!
Ci rivedremo ancora una volta Mallorca...ne sono quasi sicura :)


Un cappuccino a Valdemossa dopo 670 km di bici...me lo meritavo no??

giovedì 1 maggio 2014

Mallorca: giorno 1-5

Grazie al mio rastrello volante sono arrivata a Mallorca e i primi 5 giorni in sella sono passati:) 500 chilometri e un po' più di 3000 metri di dislivello percorsi. Se ricordo bene è la mia settima volta con la bicicletta in quest'isola e ormai strade e paesini mi sono familiari. Il supermercato dove fare rifornimento di liquidi e il bar dove mangiare un bel panino con pomodoro e prosciutto sono sempre là. La montagna, la pianura e il mare, con tutte queste ore in bici ne vedo di paesaggi. Fa caldo, un caldo che in Svezia ce lo sognamo! La sera in calzoncini e sandaletti, raramente possibile nelle serate estive svedesi...meglio goderselo...ancora qualche giorno, poi si ritorna. A presto!

2 maggio 2014

28 aprile 2014

venerdì 18 aprile 2014

Röd dag

Oggi non si è lavorato, almeno per me è stato così. È chiamato giorno rosso (röd dag) ed è festa. Ho approfittato per un giro in bici :-). Ha tirato molto meno vento di ieri il che mi ha fatto decidere per la bici da corsa. Un po' freddino ma non è stata colpa di un calo improvviso di temperatura, ma mia, ottimista mi sono vestita più leggera di quello che avrei dovuto e alla fine, dato che il sole non si è fatto vedere, ero totalmente congelata. È comunque venuto fuori un bel giro, velocità al di sopra delle mie medie, non ero sola :-) e attraverso paesaggi incantevoli. Mi sarei voluta fermare a fare una foto dopo ogni curva, ogni volta che scoprivo una nuova vista, ma non è possibile, no se vuoi che un giro in bici sia un allenamento. Però alla fine di una salita non ho più resistito e ho detto, qui una foto devi proprio farmela...ed eccomi tra le anemoni di bosco!

Io tra le anemoni di bosco
Io tra le anemoni di bosco

giovedì 17 aprile 2014

MTB

Era una vita che non facevo un allenamento in mountainbike! Ma oggi grazie ad una giornata di lavoro più corta (giovedi prima di Pasqua lavoriamo solo 6 ore) e ad un vento tremendo mi sono decisa a risalire in MTB e nascondermi in bosco :-) 

Bosco di betulle
Bosco di betulle
Ho fatto un bel giro ma in alcuni punti non mi sono ritrovata. Stanno tagliando parcelle di bosco, hanno costruito nuovi ponti e alcuni sentieri "in fiore" mi sono sembrati diversi. Ecco cosa succede quando uno non frequenta il bosco dietro casa così spesso come dovrebbe!!!

17 aprile 2014

Anemoni di bosco in fiore

Il secondo campo di allenamento dell'anno si sta avvicinando e io devo ancora accumulare ore di bici nelle gambe. Per fortuna abbiamo 4 giorni liberi per Pasqua e tempo permettendo ci saranno chilometri da percorrere.

martedì 1 aprile 2014

Raffreddata!

Sono così maledettamente raffreddata, porca miseria! Primo raffreddore da molto tempo e logicamente è arrivato ora che sono giornate di sole.

Sabato ho corso poco più di 70 minuti. Sulla pista ciclabile e poi un tratto in bosco.

30 marzo 2014
30 marzo 2014

Era un'eternità che non correvo così tanto e poi domenica sono andata in bici con Britt-Marie. Mi sentivo bene, caldo, forse è proprio questo, avevo troppi vestiti e ho sudato come non so che. 98 chilometri, andati meglio di domenica scorsa. Più veloci, certo c'era meno vento, ma non solo per quello. Stavo meglio. Ma ieri ho iniziato a sentire quel classico fastidio alla gola e zac! Il raffreddore è qua. Non so quante volte di seguito ho starnutito e quanti fazzoletti usato durante la giornata.

Il mio progetto di andare qualche volta alla settimana al lavoro in bici è rimandato a data da definire!

domenica 23 marzo 2014

106 chilometri e sentirli tutti!

Avevo appuntamento con Britt-Marie per un allenamento in bici. Alle 10 a casa sua. Ho mangiato un'abbondante colazione e portato con me una banana, un gel e una barretta energetica. Sarebbe stato un giro lungo, almeno per i miei standard di questo periodo. Ce lo eravamo detto già ieri, "facciamo il giro di del lago Immel". Un bel giro, lasciata la città verso nord e superato il lago Råbelöv si è circondati da boschi, strade ondulate con poche macchine qualche casa qua e la ad interrompere il muro di abeti rossi, betulle e querce.

In cima al lago Immeln

Un po' freddino stamattina quando sono uscita da casa, solo 5 gradi sopra lo zero, ma poi sono arrivati fino a 10. Poco vento all'inizio e laterale, qualche goccia di pioggia e poi un po' di sole che appariva e scompariva senza fare in tempo a riscaldarci. Sembrava andare bene. Tranquille abbiamo proseguito una a fianco all'altra e fatto quattro chiacchiere. Era da un po' che non ci vedevamo e cose da raccontare ce ne erano. Siamo arrivate alla fine del lago, girato a sinistra per arrivare dall'altro lato e cominciato a dirigerci verso sud. Improvvisamente ci è sembrato di sentire il vento, da dove era arrivato? Classico, quando è a favore a malapena te ne accorgi, poi una volta contro allora è un'altra storia. "Ohi, mi sembra essere contro vento" aveva detto Britt-Marie e aveva ragione. Ci siamo immediatamente messe una dietro l'altra perché ora si doveva lavorare. Mi sentivo già abbastanza stanca, ho iniziato a mangiare e bere e mi chiedevo come avrei fatto ad arrivare a casa. Per fortuna c'era Britt-Marie, si è messa più volte avanti e tirato lunghi tratti mentre io mi riposavo a ruota. Finito il bosco il vento si sentiva sempre più forte, Britt-Marie sembrava in gran forma oggi e io sono rimasta a ruota fino alla fine. Finalmente in città e gli ultimo 12 chilometri fino a casa li ho dovuti fare da sola. 106 chilometri oggi. Era da mesi che non avevo fatto un lungo così lungo, e sinceramente senza Britt-Marie oggi non ce l'avrei fatta! GRAZIE!

sabato 22 marzo 2014

Di nuovo in bici

Sono passate 3 settimane dal mio rientro in Svezia da Lanzarote. In quei 7 giorni mi sono allenata 1143 minuti e 33 secondi! Molto meno di quello che avevo pensato quando avevamo comprato i biglietti di aereo e fissato il campo di allenamento ma più di quello che mi sarei aspettata dopo un inverno così-cosà, almeno per quanto riguarda gli allenamenti. È così, i campi di allenamento li programmiamo spesso in autunno, poi è difficile sapere come va l'inverno ma partire si fa comunque.

In queste 3 settimane in Svezia mi sono allenata 994 minuti e 19 secondi. 2 volte in piscina, 4 in bici e 10 di corsa. Le cifre si commentano da sole. Ma in realtà va bene così, ci ho pensato su, se quest'anno non va non va. Niente di più. Ci sono molti altri anni rimasti, spero :-). E se il progetto è allenarsi per il resto della vita qualche mese così così ci può stare. L'importante è non fermarsi.

Così non mi fermo e intanto si avvicina il prossimo campo di allenamento. Per fortuna ancora alcune settimane rimaste per poter mettere chilometri nelle gambe ma poi si va.

Qui fa ancora un po' freddino e il classico vento che rende le giornate ancora più gelide c'è sempre.

Oggi sono uscita in bici con il soloist ma non ero sola, ci siamo diretti verso Pulken per vedere le gru cenerine. In realtà ci volevo andare giovedì ma poi per mancanza di tempo ho rinunciato e oggi mi sono decisa. Abbiamo preso la strada più lunga, passati vicino il castello di Vittskövle e dopo 40 km eravamo là. Mi sono fermata per delle foto ma il vento non dava tregua e in pochi secondi era congelata.

Io infreddolita a Pulken con le Gru cenerine sullo sfondo, le vedete :-)?
Abbiamo proseguito e dopo altri 20 km di freddo ho deciso che mi sarei diretta verso casa. In totale sono venuti 67 km ad una media sopra i 31 km/h, che per il periodo, il vento e la mia condizione è più che buona.
Vabbè ero a ruota...ma avrei anche potuto non dirvelo :-)

venerdì 28 febbraio 2014

Lanzarote: giorno 5, 6 e 7

Il vento ha continuato a tirare e se possibile ancora più forte di prima. Martedi sono uscita in bici ma non mi sono per niente sentita sicura. Folate così forti da raggiungere livelli di pericolosità e sembra che sia successo più volte che qualche ciclista sia caduto proprio a causa del vento. Le previsioni per mercoledi promettevano ancora peggio e io mi sono presa il dovuto :-) riposo settimanale dalla bici. Giovedi sono poi uscita di nuovo e per sicurezza sono rimasta sulla stessa strada, fatto su e giù tra due rondelli per 2 ore!! Nuoto e corsa sono andati senza grandi problemi, e la settimana di allenamento è passata veloce. Ora sono di nuovo in Svezia.

lunedì 24 febbraio 2014

Lanzarote: giorno 3 e 4

Sono sopravvissuta anche al terzo e quarto giorno. Ieri mi sono svegliata con il male alle braccia e udite udite la novità è che avevo anche male alle spalle, il che voleva dire che il nuoto aveva lasciato il segno. Ieri ha tirato meno vento del giorno prima e così l'allenamento di bici è sembrato un po' di più un normale allenamento. Ho fatto la strada panoramica del Golfo e mi sono fermata lì, nel senso che ho fatto su e giù per quelle salite e tornata a casa dopo 2 ore e 20. Nel pomeriggio ho preso il pullman messo a disposizione dall'albergo per andare a Playa Dorada e fare l'allenamento di nuoto. Non è andato bene. Arrivata alla spiaggia ho dormito un'ora, ero così stanca che non mi sentivo proprio di iniziare a nuotare, e mi conosco troppo bene, direttamente dopo una dormita non riesco ad allenarmi. Ma non avevo nessuna alternativa dovevo riuscire a fare l'allenamento prima di prendere l'ultimo pullman per tornare all'albergo, ho messo la muta e mi sono buttata in mare. Non ha funzionato niente, soprattutto la testa e dopo 30 minuti sono uscita.

Oggi è stata un'altra giornata ventosa, sono riandata al Golfo e fatto come ieri. Evidentemente mi piace quella strada, l'asfalto, il panorama, il fatto che gira spesso così che non hai km e km controvento o con il vento a favore e poi ha tratti ondulati e qualche salita. Credo proprio che continuerò lì anche i prossimi giorni. Sembra poi che io non sia la sola a preferire giusto quel posto, oggi ho incontrato un bel po' di ciclisti e triatleti che avevo visto ieri...ormai ci riconosciamo :-). Il nuoto è andato meglio oggi, mi sentivo bene ma ho resistito in acqua solo 45 minuti, invece dei 60 programmati. Sentivo troppo freddo e quando ho cominciato a tremare ho preferito uscire.

Ora comincio veramente ad essere stanca. Come ho scritto prima di partire non sono arrivata a questo campo di allenamento ben preparata e quattro giorni di fila di allenamenti si sentono, mi sa tanto che ci sarà un giorno di riposo dalla bici, vedremo.

Ora vi lascio, buonanotte!

sabato 22 febbraio 2014

Lanzarote: giorno 2

Mi sono svegliata con un dolore alle braccia "Ma che cavo" non ho fatto in tempo a dire "lo" che avevo capito, la bici di ieri. Sì perché uno va in bici e corre e il giorno dopo gli fanno male le braccia :-). E già, il vento, era così forte che evidentemente ho fatto una faticaccia per tenere la bici sulla strada. Non potevo fare altro che cercare di mandar via il pensiero, il programma prevedeva un'ora di nuoto in mare.

Playa Blanca 2014

Freddo all'inizio, ma è normale, ma quello che è strano è che dopo essermi riscaldata ho iniziato di nuovo a sentire freddo, soprattutto alle braccia negli ultimi 600 metri tanto che volevo uscire prima. Ma sono rimasta in acqua e fatto tutto l'allenamento.

Tornata in albergo ho mangiato un boccone, un po' di pollo con pomodori e sono uscita in bici. Volevo fare più di ieri ma in realtà non so che pensare di questi allenamenti. O fai una faticata contro vento che più che un allenamento di bici ti sembra una sessione di potenziamento oppure se hai vento a favore ti lasci trasportare senza riuscire a pedalare. Insomma non mi sembra un granchè. Proprio a causa di questo vento ho deciso di cambiare programma, non decido quanti chilometri fare ma  quanto fare di "potenziamento", in termini di tempo. Certo può sembrare strano ma credo che per questa volta sia la cosa migliore per me. Abito a Playa Blanca, all'estremo sud dell'isola e c'è una sola strada per uscire da lì, controvento in uscita. Così oggi mi sono detta che avrei dovuto fare 1 ora e 40 controvento e poi tornare veloce con il vento alle spalle. È diventato un po' di più di quello che avevo  programmato e sono ritornata dopo 2 ore e 40. Più vento e più dislivello di ieri, ma va bene. Gli ultimi chilometri, anche se con vento a favore sono stati una sofferenza.

In albergo mi sono riscaldata con una tazza di te caldo e poi via di corsa, 40 minuti dopo era l'allenamento della giornata finalmente completo :-).

Ora sono appena ritornata da una passeggiata fatta nel centro del paese, se così si può chiamare, ma devo essere sincera potevo risparmiarmela. Ora sono stanca morta. Vado a letto, domani è un altro giorno.....di allenamenti. Buona notte!

venerdì 21 febbraio 2014

Lanzarote: giorno 1

È stata una lunga giornata oggi. Giù dal letto alle 3:30 per poi arrivare in albergo alle 12 ora locale (13 in Italia). Vento e meno gradi di quanto pensavo. Montato le bici in fretta e poi via in sella. Vi dico solo che nei primi 80 minuti ho tenuto una media di 18.8 km/h!!!! Con la bici da corsa, non in MTB!!! Chi non fa bici non si rende conto di quanto lento sia 18.8 km/h. Quando poi ho deciso di girare per tornare sulla stessa strada e avuto vento a favore ho impiegato meno della metà del tempo di andata! Cambiato scarpe e poi di corsa, solo 30 minuti ma l'importante è averla fatta, la corsa dopo la bici intendo. Ora sono le 21 meno un quarto, ora locale e dopo questa lunga giornata è il caso di mettersi al letto. Domani è un nuovo giorno con nuovi km da percorrere e un po' di salite da affrontare. Buona notte!

domenica 16 febbraio 2014

Sono ancora qua

Ciao ragazzi! No! Non sono scappata e sì mi sto allenando, non molto ma lo sto facendo. È solo che ho dannatamente molto da fare al lavoro e la sera sono stanca morta.

Ma tra quattro giorni si vola verso il primo campo di allenamento dell'anno e ci arrivo impreparata come non mai. Probabilmente dalle 30 ore a settimana di allenamento che avrei dovuto fare scendo alla metà. 15 ore in una settimana, ce la faccio? Boh! Vedremo.

Allora l'ultima volta che ci eravamo sentiti era il 3 febbraio. Da allora ho corso 8 volte, fatto due volte palestra e 1 volta nuoto. La bici? Me la sono dimenticata. Ma tra 4 giorni si farà sul serio, vabbè diciamo che si farà meglio di quello che ho fatto finora, speriamo. Porto la bici con me, quella da corsa non da tempo. Certo impreparata come sono non farò dei lunghi lunghi, ma almeno si va in bici sul serio e non su un trainer.

E speriamo nel sole e poco vento.

Lanzarote 2009


lunedì 3 febbraio 2014

Quanto è lontano l'Ironman

Non intendo in termini di tempo ma in termini di forma. Sabato sono andata a correre e provato la mia nuova fascia :-). 78 minuti, lenti e li ho sentiti tutti. In realtà è già un grande passo aver fatto tutti quei minuti, l'ultima volta che avevo corso era il 18 gennaio, ma certo che differenza con qualche mese fà. Ma di chi è la colpa? Chi è che non si allena come prima?

Domenica sul trainer, sono arrivata al quinto cd del libro di Liza Marklund. Come al solito finisco col fare le ripetute su i watt. 3 minuti di lavoro e 2 di recupero. Forse qualcuno può pensare che i 2 minuti di recupero siano un po' troppi per i 3 minuti di lavoro, ve lo lascio pensare, io so che ho bisogno di tutti quei 120 secondi!

Vista dal trainer :-)

domenica 26 gennaio 2014

Domenica sera

Gli altri sono all'allenamento di nuoto io sto a casa e mi dedico alla cucina.

Domenica scorsa ho nuotato, la notte è arrivata la reazione allergica e lunedi al lavoro stavo così male che a difficoltà sono riuscita a fare quello che dovevo. Nel pomeriggio avevo una riunione, tutti i colleghi, uno ad uno hanno commentato "oj, che bel raffreddore che ti sei presa" e io "no è una reazione allergica" e spiegato a cosa fossi allergica. E così logicamente mi hanno domandato il perchè io, pur avendo questa allergia, continui a sottoporre il corpo ad uno stress del genere. Buona domanda. Cosa potevo dire, a volte la stupidità umana non ha limiti.

Questa settimana niente nuoto e magari domani riesco a lavorare. L'anno scorso ho resistito fino a marzo e poi smesso di nuotare in piscina. Quest'anno sembra che debba smettere prima o prendermi le pause un po' più spesso.

Oggi sono andata di nuovo sugli sci, 2 ore ed ora le braccia sanno quale è la differenza tra nuotare e andare con gli sci di fondo :)

26 gennaio 2014

sabato 25 gennaio 2014

Sugli sci

OK, sembra proprio che quest'anno non ci sarà nessun Ironman per me e in realtà mi domando se ci sarà in assoluto qualche gara di triathlon. Gli allenamenti non vanno, nel senso non che non vanno bene ma che non ci sono proprio. Domenica ho nuotato e lunedi sono stata male per la reazione allergica dovuta a "quello" che metteno nell'acqua della piscina. Poi martedi sono stata in palestra ad alzare un po' di pesi e questo è tutto. Fino ad oggi quando finalmente sono andata fuori a fare un po' di movimento.

È arrivata la neve e hanno fatto le tracce per lo sci di fondo. Ho pensato bene di rispolverare i miei sci e andare a fare un giro. Beh, non saprei proprio se si possa chiamare allenamento ma mi sono mossa per circa 1 ora e mezza.

25 gennaio 2014
Sci di fondo in bosco

mercoledì 15 gennaio 2014

Sul trainer con Liza Marklund

No, non sto andando in tandem, ho solo deciso di ascoltare un libro durante le mie sessioni sul trainer. 

L'altro ieri è arrivata la neve, ieri è sparita ma le temperature si erano abbassate notevolmente già durante il fine di settimana. Sabato dovevo fare 2 ore sul trainer, capite due ore a pedalare dentro una stanza! E come sempre il mio problema è a cosa pensare durante tutto questo tempo e questo volta ho risolto, non dovevo pensare a niente solo ascoltare il giallo "Delitto a Stoccolma" ("Sprängaren" in svedese). E dopo 2 ore avevo fatto 66 km e ascoltato il primo cd e mezzo.

Oggi un'altra ora sul trainer e il secondo cd è finito. Ce ne sono 10, per cui ho ancora alcune ore piacevoli da passare sul trainer.

Poi arriverà di nuovo la primavera e allora ci sarà altro a cui pensare e paesaggi da ammirare.

Mallorca

venerdì 10 gennaio 2014

Cosa strana il nuoto

Va bene. Nuoto e va bene. Faccio tempi che prima non facevo e riesco a finire bene tutto l'allenamento. I tempi di recupero sono corti e io recupero velocemente. Come questo sia possibile non lo so. Ho ricominciato a nuotare a novembre dopo una lunga pausa. Dopo l'ironman di Kalmar-Svezia, cioè dopo il 17 agosto, non ho fatto una bracciata fino a novembre. Dal 1 novembre ad oggi ho nuotato 17 volte. Nuoto al massimo due volte a settimana e circa 3000 m a volta il che vuol dire 6 km a settimana. In poche parole non molto ma più volte la settimana non posso nuotare. Circa due anni fa hanno cambiato la soluzione di antibatterici e simili che usano per purificare l'acqua della piscina e da allora ho una reazione allergica ogni volta che nuoto. L'intensità della reazione varia da volta a volta ma ci sono volte che dura 2-3 giorni e quando diventa troppo forte, beh allora faccio una pausa dal nuoto.

Insomma, più volte la settimana non posso proprio nuotare, quello che posso fare è aumentare il volume per allenamento, vedremo.

Comunque sia tornando ai miei miglioramenti in vasca, sicuramente posso ancora migliorare ma temo che non aiuti molto perchè non vedo nessun collegamento tra i miei tempi in vasca e i risultati in acqua aperta. È molto semplice, in acqua aperta non vado e devo fare qualcosa per cambiare questa realtà.

Sövde Triathlon
Sövde Triathlon

venerdì 3 gennaio 2014

I 300 in più salse

Uscita dall'acqua - Clearwater, Florida
Sono appena tornata dalla piscina, primo allenamento in vasca del nuovo anno. È andato bene, una serie di lavori sui 300 m, con dolme, con paddle, senza niente poi diverse serie che in totale facevano 300 m 3x100 - 4x75 - 6x50 - 12x25 e poi 300 di nuovo fino a far venire i crampi, poi mi sono fermata e ho accorciato il defaticamento.

Sono scesa a 89" sui 100 e 65" sui 75.

Ieri ho fatto il medio di corsa e così il ciclo è completo. Bici (ok lo so, sul trainer) il primo dell'anno, corsa ieri e potenziamento e nuoto oggi. Domani se il tempo regge si esce con la bici da strada.

Buonanotte!

mercoledì 1 gennaio 2014

Primo dell'anno

Sul trainer. 45,2 km con un'ora di lavori con i watt.




Comincia così questo anno nuovo con un allenamento in casa quando fuori ormai è buio.

Ti svegli tardi, fai un giro per campi e la poca luce del giorno è sparita. Fortuna che c'è sempre un'alternativa, noiosa ma buona.